Michael Heller

heller2010

Data di nascita 12 marzo 1936
Luogo Tarnów (Polonia)
Nomina 4 ottobre 1990
Disciplina Fisica teorica
Titolo Professore

Principali premi, riconoscimenti e accademie
Premi: Medaglia Zonn per la popolarizzazione della scienza, Società Astronomica polacca (1986); Premio Templeton (2008). Accademie: Membro ordinario, Accademia di San Pietroburgo per la Storia della Scienza e della Tecnologia (1998); Pontificia Accademia delle Scienze (1990). Lauree honoris causa: Università Tecnologica A.G.H., Cracovia (1996).

Riassunto dell’attività scientifica
Il Prof. Michael Heller, uno dei primi cosmologi, ha studiato nei primi anni 1970, i modelli relativistici del mondo con dissipazione di viscosità di volume. Attualmente tali modelli sono considerati standard e la viscosità di volume è interpretata come dovuta a vari effetti quantici e semiquantici (p.es. la creazione di particelle in un campo gravitazionale forte). Heller inoltre ha esaminato l’influenza della viscosità di volume nella comparsa delle singolarità in cosmologia. È sempre stato interessato al problema delle singolarità classiche nella fisica relativistica. È risultato che per trattare questo problema uno deve generalizzare il concetto standard di varietà differenziale. A questo proposito Heller e i suoi colleghi hanno sviluppato la teoria degli spazi differenziali e, successivamente (con W. Sasin), la teoria degli spazi strutturati. Entrambe queste teorie, utilizzando metodo algebrici, generalizzano la geometria differenziale standard applicandola a varie situazioni “patologiche”. Risulta che tipi diversi di singolarità incontrati nella relatività generale possono essere esaminati con l’aiuto della teoria degli spazi strutturati. Anche se nel caso delle singolarità più dannose questo metodo non sia adeguato, perlomeno spiega la fonte del problema. Fortunatamente anche le singolarità più dannose si arrendono ai metodi basati sulla cosiddetta geometria non commutativa. Questi metodi sono stati adattati e successivamente applicati al problema della singolarità nella relatività generale da Heller e Sasin. Anche la generalizzazione della relatività generale di Einstein in termini di spazi strutturati (le cosiddette algebre di Einstein) è stata risolta. Passando dalle algebre di Einstein commutative alle algebre di Einstein non commutative si ottiene la versione della relatività generale espressa in termini di strutture matematiche che sono molto vicine a quelle utilizzate nella fisica quantistica. Seguendo questa similarità, Heller e Sasin hanno proposto un modello basato sulla geometria non commutativa, che unisce la relatività generale e la meccanica quantistica. Questo modello spiega sorprendentemente bene vari fenomeni non locali incontrati in cosmologia e meccanica quantistica. M. Heller ha scritto vari libri e circa 700 relazioni sulla storia e la filosofia della fisica moderna e sul rapporto tra scienza e teologia.

Pubblicazioni principali
Heller, M., Questions to the Universe - Ten Lectures on the Foundations of Physics and Cosmology, Pechart Publishing House (Tucson, 1986); Heller, M., Theoretical Foundations of Cosmology - Introduction to the Global Structure of Space-Time, World Scientific (Singapore-London, 1992); Heller, M., Klimek, Z. and Suszycki, L., Imperfect Fluid Friedmannian Cosmology, Astrophysics and Space Science, 20, pp. 205-12 (1973); Heller, M. and Klimek, Z., Viscous Universes without Initial Singularity, Astrophysics and Space Science, 33, L37-L39 (1975); Gruszczak J., Heller, M. and Multarzynski, P., A Generalization of Manifolds as Space-Time Models, Journal of Mathematical Physics, 29, pp. 2576-80 (1988); Heller, M., Algebraic Foundations of the Theory of Differential Spaces, Demonstratio Mathematica, 24, n. 3-4, pp. 349-64 (1991); Heller, M., Einstein Algebras and General Relativity, International Journal of Theoretical Physics, 31, pp. 277-8 (1992); Heller, M. and Sasin, W., The Structure of the b-Completion of Space-Time,General Relativity and Gravitation, 26, pp. 797-811 (1994); Heller, M. and Sasin, W., Sheaves of Einstein Algebras, International Journal of Theoretical Physics, 34, pp. 387-98 (1995); Heller, M. and Sasin, W., Structured Spaces and Their Application to Relativistic Physics, Journal of Mathematical Physics, 36, pp. 3644-62 (1995); Heller, M. and Sasin, W., Non-Commutative Structure of Singularities in General Relativity, Journal of Mathematical Physics, 37, pp. 5665-71 (1996); Heller, M. and Sasin, W., Groupoid Approach to Non-commutative Quantization of Gravity, Journal of Mathematical Physics, 38, pp. 5840-53 (1997); Heller, M. and Sasin, W., Origin of Classical Singularities,General Relativity and Gravitation, 31, pp. 555-70 (1999); Heller, M., The World and the Word, Pachart Publishing House (Tucson, 1986); Heller, M., The Morality of Thinking, Biblos, (Tarnów, 1993) (in Polish); Heller, M., The New Physics and a New Theology, Vatican Observatory Publications (Vatican City State, 1996); Heller, M., To Grasp the Transient Moment, Znak (Cracow, 1997) (in Polish); Heller, M., Happiness in the Banach Space, Znak (Cracow, 1997) (in Polish); Heller, M., Is Physics an Art?, Biblos (Tarnów, 1998) (in Polish); Heller, M., Time of the Universe, The Far-Future Universe - Eschatology from a Cosmic Perspective, (G.F.R. Ellis, ed.), Templeton Foundation Press, Philadelphia - London, 2002, pp. 53-64; Heller, M., Odrzygózdz, Z., Pysiak, L., and Sasin, W., Structure of Malicious Singularities, International Journal of Theoretical Physics, 42, pp. 427-41 (2003); Heller, M., Creative Tension - Essays on Science and Religion, Templeton Foundation Press (Philadelphia - London, 2003); Heller, M., Some Mathematical Physics for Philosophers, Pontifical Council for Culture, Gregorian University (2005); Heller, M., A Comprehensible Universe: The Interplay of Science and Theology (Springer Verlag, 2008) with George Coyne; Heller, M., Ultimate Explanations of the Universe (Universitas, in Polish, forthcoming).

Indirizzo professionale

Pontifical Academy of Theology
Faculty of Philosophy
ul. Franciszkanska, 1
PL-31-004 Kraków (Polonia)

collegamenti


Relazioni

Analogy, Identity, Equivalence (PDF) 2012

How to Become Science? The Case of Cosmology (PDF) 2010

Predictability, Measurements and Cosmic Time (PDF) 2006

Discovering the World Structure as a Goal of Physics (PDF) 2004

‘Illicit Jumps’ – The Logic of Creation (PDF) 2000