Paul Berg

berg2010

Data di nascita 30 giugno 1926
Luogo Brooklyn, NY (USA)
Nomina 25 giugno 1996
Discipina Biochimica
Titolo Professore, Premio Nobel in Chimica, 1980

Principali premi, riconoscimenti e accademie
Premi: Il suo lavoro sull’apparato genetico che dirige la sintesi delle proteine è valso al Dr Berg il Premio Eli Lilli in Biochimica (1959) e il Premio di Scienziato Californiano dell’Anno (1963). Ha avuto due volte l’onore di ricevere il Premio Henry J. Kaiser per l’Eccellenza nell’Insegnamento alla Stanford University School of Medicine e ha vinto il Premio V.D. Mattia del Roche Institute for Molecular Biology, il Premio Sarasota per la Carriera e l’Eccellenza in Medicina, il Premio annuale della Gairdner Foundation, il Premio Albert Lasker per la Ricerca Medica di Base e il Premio della New York Academy of Sciences. Inoltre, ha vinto il Premio dell’American Association for the Advancement of Science, Scientific Freedom and Responsibility, la Medaglia Nazionale per le Scienze, la Medaglia della Biblioteca Nazionale di Medicina USA e il Premio Nobel in Chimica. Accademie: Membro, National Academy of Sciences (1966-); Membro, American Academy of Arts and Sciences (1966-); ex Presidente, American Society of Biological Chemists; Membro straniero, Académie des sciences; Membro straniero, Royal Society, Londra; Membro eletto, American Philosophical Society. Il Dr Berg è stato inoltre Presidente del Comitato Consultivo Nazionale del Progetto del Genoma Umano.

Riassunto dell’attività scientifica
Nel 1980 il Dr. Berg, uno dei principali pionieri dello splicing genetico, e i suoi colleghi Dr Walter Gilbert e Dr Frederick Sanger hanno avuto l’onore di ricevere il Premio Nobel in Chimica per aver sviluppato metodi che rendono possibile mappare la struttura e la funzione del DNA. Secondo il New York Times, il lavoro di questi scienziati “ha avuto un impatto rivoluzionario per capire la genetica di tutti gli esseri viventi e sull’abilità di manipolare il materiale genetico delle cellule di qualsiasi specie”. Citando la Reale Accademia delle Scienze svedese, questo articolo aggiunge che Berg è stato citato “per i suoi studi fondamentali della biochimica degli acidi nucleici, con particolare riguardo al DNA ricombinante”.
 
Pubblicazioni principali
Berg, P., Physical and Genetic Characterization of Deletion Mutants of Simian Virus 40 Constructed In Vitro, Charles Cole, Terry Landers, Stephen Goff, Simone Manteuil-Brutlag, and Paul Berg., J. Virol., 24, pp. 277-294 (1977); Berg, P., A Biochemical Method for Inserting New Genetic Information into SV40 DNA: Circular SV40 DNA Molecules Containing Lambda Phage Genes and the Galactose Operon of E. coli, David A. Jackson, Robert H. Symons, and Paul Berg, Proc. Nat. Sci. USA, 69, p. 2904 (1972); Berg, P., Construction of Hybrid Viruses Containing SV40 and Lambda Phage DNA Segments and Their Propagation in Cultured Monkey Cells, Stephen P. Goff, and Paul Berg, Cell, 9, p. 695 (1976); Berg, P., Synthesis of Rabbit beta-Globin in Cultured Monkey Kidney Cells Following Infection with a SV40 beta-Globin Recombinant Genome, R.C. Mulligan, B.H. Howard, and Paul Berg, Nature, 277, pp. 108-114 (1979); Berg, P., Expression of a Bacterial Gene in Mammalian Cells, R.C. Mulligan and Paul Berg, Science, 209, pp. 1422-1427 (1980).

 

 

Indirizzo professionale

Stanford University Medical Center
Beckman Center, B062
Stanford, CA 94305 (USA)