Statuti

statutestestatina

Titolo l: COSTITUZIONE E FINE

Art. 1
La Pontificia Accademia delle Scienze, istituita da Pio XI di v.m., e posta sotto l’alta e diretta tutela del Sommo Pontefice regnante.
Art. 2
La Pontificia Accademia delle Scienze ha come fine di promuovere il progresso delle scienze matematiche, fisiche e naturali e lo studio dei relativi problemi epistemologici.
Art. 3
Per il raggiungimento dei suoi fini l'Accademia:
a) tiene Sedute plenarie degli Accademici;
b) organizza convegni ordinati al progresso della scienza e alla soluzione di importanti problemi scientifico-tecnici, che sono alla base della sviluppo dell'umanità;
c) promuove indagini e ricerche scientifiche che possono contribuire, nelle sedi competenti, all'approfondimento di questioni morali, sociali e spirituali;
d) indice conferenze e celebrazioni;
e) cura la pubblicazione degli Atti dei propri convegni, dei risultati di ricerche scientifiche e di studi di Accademici e altri scienziati.
Art. 4
Allo scopo di promuovere la ricerca scientifica, l'Accademia conferisce ogni due anni la Medaglia Pio XI a un giovane scienziato di fama internazionale.


Titolo II: GLI ACCADEMICI

Art. 5
I candidati al seggio accademico sono scelti dall'Accademia in base ai loro eminenti studi scientifici originali e alla loro riconosciuta morale personalità, senza discriminazione etnica e religiosa, e sono nominati a vita con atto sovrano del Santo Padre.
Sono inoltre nominati, in ragione del loro ufficio, « Accademici pro tempore » il Direttore della Specola Vaticana; il Direttore del Laboratorio Astrofisico della Specola Vaticana; il Prefetto della Biblioteca Vaticana; il Prefetto dell'Archivio Segreto del Vaticano. Gli Accademici Pontifici « pro tempore » godono dei medesimi diritti ed esercitano le stesse funzioni degli Accademici Pontifici.
In via del tutto eccezionale, e a titolo esclusivamente onorifico, su proposta del Consiglio dell'Accademia, possono essere nominati dal Santo Padre « Accademici Pontifici Onorari » persone che abbiano acquistato singolari benemerenze, onorando e aiutando l'Accademia e le sue imprese scientifiche.
Art. 6
Il plenum dell'Accademia è formato di 70 membri a vita, scelti in modo che siano rappresentati, per quanto e possibile, tutti i rami principali delle scienze e tutte le grandi regioni geografiche.1

Titolo III: GOVERNO DELL'ACCADEMIA

Art. 7
L'Accademia è governata da un Presidente, nominato tra gli Accademici, Motu Proprio, dal Sommo Pontefice, dal quale dipende direttamente. Il Presidente dura in carica quattro anni e può essere riconfermato dal Sommo Pontefice. Il Presidente orienta e dirige ogni attività dell'Accademia e la rappresenta dinanzi alla Sede Apostolica e dinanzi a ogni altra Autorità e Istituto.
Art. 8
Il Presidente è assistito dal Consiglio dell'Accademia così formato:
a) il Presidente uscente per la durata di quattro anni;
b) il Presidente uscente nominato Presidente emerito a vita dal Santo Padre;
c) cinque Consiglieri nominati dal Santo Padre, su proposta del Presidente, per la durata di quattro anni, con possibilità di riconferma.2
Art. 9
Il Presidente è direttamente coadiuvato dal Direttore della Cancelleria, che è nominato dal Santo Padre per la durata di quattro anni e può essere riconfermato.3

Titolo IV: MEZZI FINANZIARI

Art. 10
Il finanziamento dell'Accademia e assicurato dall'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica.
Art. 11
L'Accademia può disporre inoltre di eventuali doni, lasciti ed entrate derivate dalla sua attività.
Art. 12
Il Presidente col suo Consiglio delibera le spese necessarie per la vita dell'Accademia e approva i Bilanci preventivo e consuntivo.


Titolo V: NORME GENERALI

Art. 13
Il presente Statuto, promulgato mediante la pubblicazione negli Acta Apostolicae Sedis, sostituisce il precedente Statuto pubblicato negli Acta Apostolicae Sedis dell'anno 1936, pag. 427 e ss. Ogni modificazione al presente Statuto è riservata al Sommo Pontefice, il quale è l’unica Autorità competente per lo scioglimento dell’Accademia.
Art. 14
Il presente Statuto è integrato dal Regolamento redatto e approvato dal Presidente col suo Consiglio.

Haec Statuta Paulus VI Summus Pontifex in Audientia infrascripto concessa die I mensis Aprilis, anno MCMLXXVI, approbavit et publici iuris fieri iussit.
IOANNES CARD. VILLOT, Secretarius Status
Ex « Acta Apostolicae Sedis, 31 Maii 1976 ».

1 L'8 gennaio 1986 Giovanni Paolo II ha aumentato a 80 il numero dei membri a vita.
2 Il 20 novembre 1995 Giovanni Paolo II ha aumentato a 7 il numero dei membri del Consiglio.
3 Il 30 gennaio 1995 il Direttore della Cancelleria è stato nominato dal Santo Padre Accademico « Perdurante Munere » e Cancelliere « Perdurante Munere ».

Collegamenti

Accademici

Dagli Statuti: Titolo II: GLI ACCADEMICI Art. 5 I candidati al seggio accademico sono scelti... Continua

Consiglio

L'Accademia è governata da un Presidente, che agisce con l'assistenza del Cancelliere e del... Continua

Calendario

Presidente Professor Werner Arber dal 20 dicembre 2010 Cancelliere S.E. Mons. Marcelo Sánchez... Continua

Pubblicazioni

Cinque serie spiccano tra le varie pubblicazioni prodotte dalla Pontificia Accademia delle Scienze:... Continua